TEATRO PER LA SCUOLA




In questo sito potete trovare il programma completo delle attività teatrali per la scuola organizzate e proposte da Teatro Evento per l'anno scolastico 2018/2019, con il sostegno della Regione Emilia Romagna e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la collaborazione di Enti Locali ed Associazioni.









-

Storia
Nel 1969 nasce Teatro Evento, a Bologna, come gruppo di base, con l’intento di rinnovare linguaggi, tematiche e metodi produttivi. Sull’onda del teatro politico di quegli anni, sviluppa accanto all’attività di produzione spettacolare un intenso lavoro formativo e laboratoriale in ambito sociale e scolastico.
Nel 1976 Teatro Evento si costituisce in cooperativa e, facendo della professionalità una scelta definitiva, prosegue il percorso che abbina l’attività produttiva alla sperimentazione ‘sul campo’ (formazione). E’ una delle prime realtà teatrali ad operare nelle carceri minorili con i detenuti.
Dal 1985 lo Stato e la Regione Emilia Romagna riconoscono e finanziano Teatro Evento come Teatro per le nuove generazioni. Nello stesso anno inizia il lavoro di programmazione di rassegne e stagioni teatrali in spazi pubblici convenzionati.
Nel 2010 Teatro Evento diventa cooperativa sociale.

Produzione
Dal 1969 ad oggi Teatro Evento ha prodotto più di 60 spettacoli (per più di 5.000 recite con un totale di più di 1.000.000 di spettatori in tutta Italia).
Decine di artisti hanno affiancato negli ultimi 30 anni Sergio Galassi nelle sue creazioni, che hanno spesso visto protagonisti Cristina Bartolini, Massimo Madrigali e Tzvetelina Tzvetkova, attori storici della compagnia.
Da alcuni anni la compagine artistica si è arricchita con le capacità e l’ingegno di Carlotta Piraino,Ilaria Gelmi, Francesca Zoccarato e recentemente con l’estro di Alessandra Tommasini e Alfredo Laviano, artisti che con le loro opere ampliano il ventaglio delle proposte.
Da ultime, ma non ultime, da pochissimo, dopo la partecipazione a “Scenario infanzia” e il debutto in prima nazionale al Festival Giocateatro 2018 a Torino del loro spettacolo “(una) Regina” prodotto con Quintoequilibrio, entrano a far parte della “famiglia” produttiva di Teatro Evento Stefania Ventura e Gisella Vitrano, giovani di grande talento.

Gestione teatri e rassegne
Dal 1988 Teatro Evento gestisce il Teatro Comunale di Savignano (MO).
Dal 1993 Teatro Evento gestisce la Stagione interprovinciale per la scuola che coinvolge 21 Comuni delle province di Modena e Bologna. Dal 2005 Teatro Evento organizza le Stagioni teatrali per la scuola al Teatro Orione di Bologna.
Inoltre Teatro Evento ha gestito teatri e realizzato stagioni teatrali per la scuola e per famiglie, in collaborazione con Enti Locali e Associazioni anche a: Modena, Casalecchio (BO), Roma (Teatro Don Bosco), Pioltello (MI), S.Felice (MO), Carpi (MO), Castelfranco Emilia (MO), Formigine (MO), S.Giovanni in P. (BO), Cento (FE), Scandiano (RE), Finale E. (MO), Vergato (BO), Ostellato (FE), Mesola (FE), Migliarino(FE), Goro (FE),Codigoro(FE)

Formazione (laboratori, corsi, progetti)
Dal 1969 ad oggi Teatro Evento, con i suoi operatori, ha lavorato in moltissime realtà: scuole d’ogni ordine e grado (con alunni e insegnanti), biblioteche, carceri, comunità, centri per disabili, per migranti, per ex-tossicodipendenti, centri giovanili, ex manicomi, ospedali, enti locali, televisioni, università, teatri, festival.
Attualmente l’attività nell’ambito formativo vede l’attivazione di circa 250 interventi l’anno.

www.teatroevento.it



ATTIVITA' A TEATRO:


Stagione per la scuola a SAVIGNANO (MO)


Stagione per la scuola a BOLOGNA


Stagione per la scuola a ZOCCA (MO)


Stagione per la scuola a MARANO S.P. (MO)



ATTIVITA' NELLE SCUOLE:


Laboratori teatrali


Corsi di aggiornamento per insegnanti


Piccoli spettacoli


_____________________________________________________________


Con la STAGIONE TEATRALE PER LA SCUOLA 2018/2019,
una rassegna di spettacoli a teatro per le scuole, ma anche un articolato percorso di proposte di educazione teatrale, da realizzare a scuola, rivolte da un lato agli alunni e dall’altro agli insegnanti sulla narrazione ed il racconto orale, vogliamo continuare a dare al pubblico dei giovani e giovanissimi (dai 3 ai 16 anni) la possibilità di scoprire quanto variegati e sorprendenti siano i linguaggi del teatro: esso è come una valigia sempre aperta e senza fondo, da cui si possono estrarre le forme e le storie più disparate: non c’è un tema drammaturgico unificante, ma persiste, sottostante, una forte idea di teatro.

Pensiamo che si debba agire affinché vengano fornite alle nuove generazioni opportunità di apprendere, di costruire in modo originale e di misurarsi col proprio immaginario, di usufruire di arte e di cultura ad esse ispirata e ad esse dedicata.

Pensiamo che il teatro, il genere forse più antico di spettacolo dal vivo, possa più di altri promuovere la conoscenza, elevare il gusto, fornire strumenti critici, educare all’ascoltare per educare al dire e viceversa.

Pensiamo che la scuola, oggi più che mai, abbia il dovere di abbattere i muri degli edifici scolastici, abbandonare i banchi nelle aule e uscire nel mondo per ricominciare un percorso educativo, didattico, formativo, che sia aperto al territorio, che sia curioso di tutte le opportunità offerte dalle diverse agenzie educative operanti, che entri finalmente nel terzo millennio.

_____________________________________________________________

non esitare a contattarci
per qualsiasi informazione